Iscriviti alla nostra Newsletter
Inserisci la tua e-mail e clicca su invia




Certificazione

Ascensori
Stampa | Invia E-mail
(Rif. Leg. DPR 162/99 e s.m.i.)

Ogni giorno in Italia prendono l’ascensore tante persone quante nel mondo prendono l’aereo. 

Il DPR 162/99 che ha recepito in Italia la direttiva europea 95/16/CE (Direttiva Ascensori), oltre a stabilire regole sulla certificazione CE degli ascensori e dei suoi componenti, attribuisce al proprietario dell’impianto, o al suo legale rappresentante, la responsabilità, civile e penale, di far sottoporre l’ascensore a verifica almeno una volta ogni due anni da parte di un organismo notificato, per controllare che tutti i dispositivi di sicurezza funzionino correttamente.

Certificazione

Nell’ambito delle attività previste dal D.P.R. 162/99 CNIM è Organismo Notificato per l’attività di certificazione CE secondo la Direttiva 95/16 – Ascensori per gli allegati VI, X e XIII.

In funzione della scelta dell’installatore (fabbricante), CNIM opera in qualità di Organismo Notificato per l’esecuzione di prove, verifiche, ispezioni e per il successivo rilascio dei seguenti documenti:

  • Attestato di Esame finale su ascensori, secondo l’Allegato VI;
  • Attestato di Conformità dell’ascensore, secondo l’Allegato X;
  • Dichiarazione di Approvazione del Sistema Qualità dell’installatore di ascensori, secondo l’Allegato XIII (Garanzia qualità totale).

Verifica Periodica
Verifica dell’impianto ascensore, condotta dagli organismi autorizzati in base all’art. 13 del D.P.R 162/99, con frequenza almeno biennale, diretta ad accertare se le parti dalle quali dipende la sicurezza di esercizio dell’impianto sono in condizioni di efficienza, se i dispositivi di sicurezza funzionano regolarmente e se è stato ottemperato alle prescrizioni eventualmente impartite in precedenti verifiche.

Verifica Straordinaria
Verifica dell’impianto ascensore, condotta dagli organismi autorizzati in base all’art. 14 del D.P.R 162/99, diretta ad accertare la conformità dell’ascensore in seguito a modifiche costruttive non rientranti nell’ordinaria o straordinaria manutenzione (così come definite al punto i comma 1, art. 2 del D.P.R. 162/99), oppure in seguito a verbale di verifica periodica con esito negativo, oppure in seguito ad un incidente di notevole importanza, anche se non seguito da infortunio.

Rev. 01
Allegati