Iscriviti alla nostra Newsletter
Inserisci la tua e-mail e clicca su invia




Short News

SICUREZZA FERROVIARIA, ANSF: PROBLEMI REGIONALI E "MANUTENZIONE CARENTE"
Stampa | Invia E-mail
giovedì 25 gennaio 2018
Il 2016 è stato l'anno terribile delle ferrovie regionali. Complice il drammatico incidente di luglio sulla Bari-Barletta, sui circa 2mila chilometri di reti locali interconnesse alla rete nazionale è stato registrato il numero più alto di vittime, tra morti e feriti gravi, negli ultimi dieci anni: 44. La portata di questa cifra si comprende anche dal fatto che sulla rete Rfi, lunga circa 16mila chilometri, gli incidenti sono stati 83, dovuti principalmente agli attraversamenti dei pedoni. È quanto rivela la relazione sulla sicurezza ferroviaria 2016 presentata dall'Ansf a Roma, alla presenza del ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio.

Fuori dalla rete nazionale, c'è il fronte delle ferrovie regionali interconnesse: si tratta di una porzione di circa 2mila chilometri di rete entrata sotto la giurisdizione dell'Agenzia recentemente, a poche settimane dall'incidente in Puglia. Qui i numeri dei 2016 sono eloquenti. Le vittime sono state 44, per un totale di 7 incidenti. La progressione degli ultimi anni evidenzia che questo dato è il peggiore del decennio: di solito, anche queste reti riescono ad attestarsi su livelli di sicurezza buoni. Sia nel 2014 che nel 2015, ad esempio, le vittime erano state solo quattro. Nel tempo, però, si assiste a picchi di incidenti preoccupanti, come nel 2011 e nel 2013, quando è stato superato il tetto di 20 vittime.

"Sicurezza ferroviaria: manutenzione carente, occorre migliorarla". E' questo il dato più forte che esce dalla Relazione sulla sicurezza delle ferrovie nel 2012, di cui a Firenze il direttore della Agenzia nazionale di sicurezza ferroviaria (Ansf), ingegner Alberto Chiovelli, ha fornito una anticipazione nel 2012.
La
carente o errata manutenzione dei binari o dei treni è stata nel 2012 la causa o la concausa del 39% degli incidenti gravi legati agli aspetti tecnologici del trasporto ferroviario, come i deragliamenti o le collisioni. Il cattivo stato delle rotaie, per esempio, è stata la causa dell'incidente ferroviario avvenuto alla stazione Termini di Roma, dove il 26 aprile 2012 un Eurostar deragliò e urtò un altro Eurostar, facendolo a sua volta deragliare.

Scarica la relazione completa dell'Ansf

Fonti: Repubblica, 24Ore

Allegati