Iscriviti alla nostra Newsletter
Inserisci la tua e-mail e clicca su invia




Short News

ASCENSORI: RITIRATE LE NORME UNI EN 81-1 E UNI EN 81-2
Stampa | Invia E-mail
lunedì 4 settembre 2017

Il 31 agosto scorso le norme tecniche sugli ascensori UNI EN 81-1 e UNI EN 81-2 sono state ritirate e pertanto cessano di avere lo status di norme armonizzate e quindi, da quella data, non forniranno più la presunzione di conformità ai Requisiti Essenziali di Salute e Sicurezza (RES) obbligatori per immettere sul mercato europeo un ascensore ai sensi della Direttiva Ascensori 2014/33/UE. Dal 01 settembre 2017 solamente la norma UNI EN 81-20 (pubblicata come norma europea il 06/08/2014) potrà fornire la presunzione di conformità ai RES della Direttiva Ascensori 2014/33/UE. Più in concreto ciò significa che gli Organismi Notificati, dal 01 settembre 2017, potranno certificare ascensori installati in conformità alla norma UNI EN 81-20 mentre non potranno più certificare impianti installati in conformità alle norme UNI EN 81-1 e UNI EN 81-2.

Alla fine dello scorso anno le associazioni europee dei produttori e installatori di ascensori ELA e EFESME insieme al gruppo di coordinamento europeo degli Organismi Notificati per gli ascensori NB-Lift, hanno scritto una lettere alla Commissione Europea rilevando che, dopo il 31 agosto 2017, potrebbero esserci impianti ascensore commissionati secondo le norme tecniche ritirate ma ancora non completati ovvero per i quali non è stato possibile eseguire l’esame finale (c.d. “collaudo”) chiedendo come ci si sarebbe dovuto comportare dal 01 settembre in poi. A tutt’oggi non risulta esserci stata una risposta della Commissione Europea a questa domanda; neanche all’ultima riunione di NB-Lift del 31 maggio 2017 a Bucarest si è avuta una replica che probabilmente, a questo punto, sarà difficile che ci sarà.

Alla luce di quanto sopra, a partire dal 01 settembre 2017, gli installatori che vorranno presentare all’esame finale i propri impianti e che vogliono utilizzare le norme tecniche armonizzate per poter usufruire della presunzione di conformità che esse forniscono, dovranno garantire la conformità dei loro prodotti alla norma tecnica UNI EN 81-20 e, per quanto applicabile, alla UNI EN 81-50.

Allegati