Iscriviti alla nostra Newsletter
Inserisci la tua e-mail e clicca su invia




Short News

INDUSTRIA 4.0: COME CAMBIERA' LA PRODUZIONE INDUSTRIALE ?
Stampa | Invia E-mail
martedì 23 maggio 2017

Parlando di industria va considerato che l'evoluzione passa attraverso le tecnologie, le nuove applicazioni, la convergenza e la contaminazione tra settori attigui e lo fa con l’obiettivo di generare qualità più elevata, velocità, maggiore produttività, risparmio energetico e di risorse, ambienti produttivi più rispettosi e vivibili.

Al riguardo la domanda che si sente ripetere è "Come cambierà la produzione?".

Un elemento fondamentale dell’evoluzione dell'industria è la sempre più presente automazione dei processi produttivi e di quelli distributivi.

Industria 4.0 si definisce tendenza dell'automazione industriale a integrare nuove tecnologie produttive per migliorare le condizioni di lavoro e aumentare la produttività e la qualità produttiva degli impianti e di conseguenza dei prodotti.

La diffusione del concetto di Industria 4.0 è stata molto diversificata nel mondo, in ambienti industriali e della ricerca, tanto da non poterne avere una definizione univoca. Industria 4.0 può essere identificato con l’insieme di una serie di tecnologie abilitanti quali “Internet of Things” (IoT), Big Data Analytics, Robotica collaborativa, Additive Manufacturing o Digital Factory. Attraverso queste tecnologie abilitanti, le imprese hanno la possibilità di innovare radicalmente il loro modello di business.

Dunque dobbiamo aspettarci un cambiamento sia nelle tecnologie e nelle capacità di dialogo tra esse ma anche un cambio di passo e di profilo in coloro i quali sono e saranno demandati a guidare questa nuova rivoluzione industriale.

Marco Taisch, Professore Ordinario al Politecnico di Milano – Manufacturing Group dove insegna Advanced and Sustainable Manufacturing e Operations Management e conoscitore del mondo di Industira 4.0 sostiene che le competenze delle diverse figure aziendali, a tutti i livelli dell’impresa, devono necessariamente evolvere verso un mondo in cui l’aspetto fisico e tangibile si accompagna a quello ‘digitale’ e virtuale basato sul dato.

La capacità di leggere, analizzare gestire dati e informazioni diventa l’elemento fondante di ogni professionalità del futuro. Le decisioni, che una volta potevano essere basate su intuito, devono oggi lasciare il posto a razionali e quantitative analisi di contesto. Per queste ragioni, quella che stiamo vivendo oggi non è solo una rivoluzione tecnologica ma anche e soprattutto culturale.


Allegati